Le Costellazioni Familiari e Lavorative per ottimizzare le Relazioni

Una via per far emergere le nostre immagini interiori, i nostri disegni più profondi e per ottimizzare le relazioni.

La molteplicità di immagini che caratterizzano la nostra epoca, rende più difficile la percezione delle nostre immagini interiori che comunque (e per nostra fortuna), pur sepolte sotto strati di condizionamenti esterni, restano impresse in noi. Ne siamo i custodi inconsapevoli. Sono ciò che di impalpabile ci cattura quando allentiamo la razionalità; ciò che vuole esprimersi e da cui siamo guidati; e sono le custodi sapienti della nostra visione, da cui derivano scopo e senso della vita, in ogni suo stadio. Ne troviamo traccia nei sogni, nelle fiabe preferite, nel mondo dell’immaginale. Diventano una sorta di occhiali con cui guardiamo la realtà. Si sono formate sia attraverso la nostra biografia personale, che esperienze di secoli di storia umana, sedimentata nel campo familiare e nel nostro cervello rettile.

Questo è uno dei motivi per cui nelle Costellazioni spesso emergono immagini di conflitto e separazione; sono il frutto di pregiudizi e preconcetti che ogni epoca storica porta con sé. Ogni campo familiare possiede le proprie immagini, da cui ciascun membro trae orientamento e forza per azioni sia a favore della vita, che in sua opposizione; emergono attraverso i rappresentanti e, grazie alla Costellazione possono modificarsi e ristrutturarsi in nuove forme, foriere di maggiore libertà di pensiero ed azione. Sono sempre immagini archetipiche di riunione, e anche il solo vederle fa bene all’anima.

Emergono anche nelle Costellazioni Professionali, seppur con minor intensità emotiva ma con gli stessi effetti; relazioni interrotte ritrovano ri-unione ed equilibri più funzionali. Un esempio. Un professionista, grazie alle Costellazioni riesce a scegliere con quale Società collaborare dopo aver visto l’immagine interiore cui era inconsapevolmente connesso: seduto a terra, accanto a due bimbi spontaneamente abortiti dalla moglie anni prima. Grazie ad un lungo abbraccio di commiato, ritorna libero dalla vecchia immagine di separazione, confortato dalla riunione profonda, arricchito anche dalla consapevolezza che nessun discendente rappresenterà i bimbi abortiti. Famiglia e lavoro sono a posto. Spesso le radici delle difficoltà lavorative affondano in terreni insospettabili.

Articolo pubblicato sul Numero 63 della rivista “Vivi Consapevole” (Dic 2020 – Feb 2021)


Lascia un commento

19 − 11 =