top of page

Costellazioni lavorative e familiari: modalità di gruppo ed individuale

A seguito delle molteplici richieste di chiarimento, volentieri pubblico questo sintetico scritto per fornire qualche informazione sostanziale - come sempre, senza pretesa di verità assoluta-

circa le modalità di proposta delle costellazioni:

 

1.      Modalità Individuale

2.      Modalità di Gruppo

 

MODALITÀ INDIVIDUALE

Si tratta di una sessione one to one, della durata variabile (max 90 min) in cui, grazie all’utilizzo di supporti “ludici” (playmobil, pupazzi, sedie, cuscini, tappetini colorati…altro) il cliente “mette in scena” il tema che gli sta a cuore: si avvia la costellazione.

Passo dopo passo, in una condivisione diretta, Cliente e Costellatore portano alla luce le dinamiche profonde, sottese al problema messo in scena.

Utilizzando questa modalità, il cliente ha a disposizione uno spazio totalmente dedicato a se stesso, per condividere anche riflessioni, sensazioni e temi anche “riservati”.

Di solito questa modalità è prediletta da clienti che hanno reticenza nell’esporsi ad un gruppo, pur con la possibilità di condividere le proprie necessità con il Costellatore, prima dell’inizio del workshop di gruppo.

Utilizzando questa modalità, se da un lato si condivide di più, dall’altro si arriva fino ad un punto in cui spesso il Cliente, per accedere a livelli più profondi e coinvolgenti, si apre alla partecipazione al gruppo, anche senza mettere in scena la propria costellazione.


Per ulteriori info in merito...

Scannerizza il QR Code per leggere l'articolo:

“Ogni costellazione è per tutti”

 




MODALITÀ DI GRUPPO

Si tratta di una o più giornate in cui i Clienti che desiderano “mettere in scena” la propria costellazione si avvalgono dell’aiuto dei partecipanti.

Evito di dilungarmi nello spiegare come e perché persone sconosciute tra loro, riescano ad impersonare membri di altri nuclei familiari: esiste una ricca letteratura in merito (Bibliografia Bert Hellinger).

Utilizzando la modalità di gruppo, il cliente ottiene informazioni utili grazie all’aiuto dei rappresentanti (si tratta dei partecipanti al gruppo), sebbene possa indubbiamente condividere meno informazioni: viene lasciato meno spazio all’esternazione verbale.

 

In ogni caso, sia che si tratti di ambito lavorativo-professionale che familiare, entrambe le modalità sono esperienziali e offrono la possibilità di bypassare i consueti confini razionali per giungere a riconciliazioni a vari livelli di profondità ed ampiezza, oltre che trovare soluzioni, avviare processi di cambiamento e tanto altro.

Sono modalità che offrono la possibilità di partecipare al ben-essere sia personale che collettivo.

Considerati i temi che stiamo vivendo, non è “roba da poco”.

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page