top of page

Costellazioni Aziendali, Costellazioni Familiari, un po’ di chiarezza.

Nella quotidianità lavorativa in ambito aziendale, mi capita di incontrare persone che, avuta esperienza delle Costellazioni Familiari, nutrono perplessità nell’immaginarle applicate all’ambito professionale/lavorativo.

In effetti, riflettendo con un po’ di attenzione, sono dubbi più che motivati. Così, per fare un minimo di chiarezza e fugare pensieri nefasti, qua di seguito riporto alcune delle differenze fondamentali tra Costellazioni Familiari e Costellazioni Aziendali; parto dal presupposto scontato che anche in ambito aziendale siano utilizzate da Costellatori di datata esperienza sia di Costellazioni Familiari che di dinamiche aziendali.

Anticipo volentieri che di ciò che scrivo, ho fatto diretta esperienza, dopo averne avuto conoscenza teorica nel corso di anni di formazione in Costellazioni.


Differenze di Focus

In ambito familiare, il focus è orientato all’individuo ed al suo proprio benessere, in ambito lavorativo è orientato ad ampliare lo sguardo al “prosperare” dell’azienda, così come alla necessità di far emergere le difficoltà di realizzazione di prodotti e/o servizi. Accade spesso che grazie alle Costellazioni si ottengano miglioramenti significativi sia in termini di efficienza che efficacia.


Rispetto dei Ruoli

Un altro aspetto riguarda il tener conto dei ruoli e delle “gerarchie” aziendali, affinché siano sempre tutelati: occorre evitare di porre il Cliente/Manager in situazioni imbarazzanti. Altro aspetto da tener presente è che all’azienda, di qualsiasi settore merceologico si tratti, ad eccezione delle Aziende Imprenditoriali a carattere familiare, si “appartiene” per il tempo definito dal contratto; alla famiglia si appartiene per nascita e non è possibile lasciare il sistema, anche qualora vengano interrotti i contatti interpersonali.


Il metodo delle Costellazioni Aziendali

Relativamente al “metodo”, in ambito aziendale viene lasciato più spazio alla condivisione verbale, utile per chiarire relazioni, ruoli, mansioni, così come viene invece limitata l’esternazione degli stati emotivi; nelle Costellazioni Familiari godono invece di ampio spazio e hanno spesso la funzione di sfogo e/o sblocco. Per ciò che concerne l’aspetto del contatto fisico, occorre sia contestualizzato alla specifica cultura aziendale; viene limitato all’indispensabile.


Punti in comune

Ciò che invece accomuna entrambi gli ambiti, familiare ed aziendale, in parte ha a che fare con la metodologia della “messa in scena”… oltre che ad un pizzico di gioia e buon umore, nonostante talvolta i temi proposti possano risultare particolarmente gravosi.

”Il riso abbonda sulla bocca degli sciocchi”, “ride bene chi ride ultimo” e via di seguito sono detti popolari che ormai hanno mostrato il fianco: gioia e buon umore sono spesso un toccasana e nulla hanno a che vedere con superficialità o “leggerezza” intesa in senso dispregiativo.



Titolo: Buon Senso

Tempo di lettura: 1 min ca.


Se condividi l’articolo e/o se lasci un commento, ne siamo felici.

112 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page